DxOMark su LG V30: quello che doveva essere il suo punto di forza, è la sua debolezza

Nicola Ligas -

DxOMark ha pubblicato il suo report su LG V30, e sinceramente non è andata troppo bene al top di gamma della casa coreana. Annunciato ad IFA lo scorso settembre, con particolare enfasi sulla registrazione video, è proprio in questo ambito che viene sostanzialmente bocciato, ottenendo appena 73 punti.  Gli 82 punti complessivi sono infatti frutto del buon valore sulle foto, che arrivano ad 87, ma i 98 punti di Pixel 2 o i 97 di iPhone X e Mate 10 Pro sono ben lontani.

Cosa c’è quindi di così poco convincente nei video secondo DxOMark? Anzitutto l’autofocus, instabile in ogni condizione di luce. Inoltre anche la stabilizzazione non è buona, e nel caso di un cambio di illuminazione, il bilanciamento del bianco può fallire. In compenso il rumore è basso ed i colori sono accurati nella maggior parte delle condizioni.

Per quanto riguarda le foto, la resa dei colori è eccellente così come il bilanciamento del bianco anche con poca luce e al chiuso. Ben controllato anche il livello di rumore con poca luce e l’esposizione è buona in ogni condizione. Lo zoom non è invece granché, manca la modalità ritratto (anche perché la seconda fotocamera non viene usata a quello scopo) e lo scarso intervallo dinamico accusa un po’ le scene ad alto contrasto.

Trovate l’intero report sul sito di DxOMark, ma chissà che a breve non vada riscritto, perché sembra sia in arrivo una versione “potenziata” di LG V30, anche se non sappiamo quanto grande sarà la differenza in ambito fotografico.