L’app Google continua a seminare indizi sul futuro di Assistant: in arrivo i comandi d’attivazione personalizzati? (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

Nemmeno due settimane dopo l’ultimo aggiornamento, Google ha già rilasciato la versione 7.20 della sua omonima app che, come spesso accade, risulta quasi indistinguibile dalle precedenti ad una prima occhiata veloce, ma scavando nei meandri del codice dell’APK, si scopre che in realtà cela diversi riferimenti a funzioni future. Per rendere più fruibile l’articolo, abbiamo deciso di suddividerle fra quelle che riguardano Assistant e altre generali.

Novità che riguardano Google Assistant

La novità più ghiotta, che farebbe la felicità di molti utenti, riguarda la possibile introduzione dei comandi vocali personalizzati per l’attivazione dell’assistente Google. Da qualche tempo ha iniziato a diffondersi il comando Ehi Google, che ha affiancato lo storico Ok Google. Una maggiore varietà gradita, ma ancora di più lo sarebbe la libera scelta agli utenti, che potrebbero cucirsi addosso la propria parola o frase preferita.

I riferimenti alla possibilità di insegnare ad Assistant a riconoscere una parola d’ordine personalizzata sono tanti, ma altrettanti riguardano nuovamente la selezione di una lingua primaria e una secondaria per l’assistente vocale, di cui abbiamo già parlato per la versione 7.19. Speriamo che sia il segno che queste novità stiano procedendo a grandi passi verso l’implementazione ufficiale. Infine, Google potrebbe rinominare la sezione destinata alla scelta della voce dell’assistente da Assistant voice in Voice selection.

Novità generali

L’app Google potrebbe in futuro diventare, fra le altre cose, un sempre più completo servizio di ascolto di podcast. Nel codice dell’APK infatti sono presenti numerosi indizi che rimandano alla possibilità non solo di scaricare in locale i podcast, in modo da poterli ascoltare anche offline, ma anche della possibilità di impostare la loro rimozione automatica, dopo 24 ore o 30 giorni dall’avvenuto ascolto.

Tanti riferimenti al futuro supporto di Duo agli smart display, alle Routine e ad una migliorata consultazione dello stato degli ordini effettuati sui vari shop online. Piccola novità anche per l’icona Recent nelle shortcut launcher dell’app Google, come potete vedere nell’immagine qui sotto.

Qui sotto trovate il badge contenente il link diretto al Play Store per scaricare o aggiornare l’app Google all’ultima versione disponibile. Se ancora non foste stati raggiunti dalla versione 7.20 e voleste provarla subito, potete scaricare ed installare manualmente l’APK che trovate a questo indirizzo.

Via: 9to5 Google