Play Store da record per numero di download, ma è sull’Apple Store che si fanno più affari

Nicola Ligas

Secondo i dati di App Annie, relativi all’ultimo trimestre del 2017, l’adozione sempre crescente del Play Store nei mercati emergenti ha contribuito in maniera determinante a realizzare il più alto numero di download mai raggiunto dallo store di Google. Parliamo di oltre 19 miliardi di app scaricate nel solo Q4 2017, con un vantaggio rispetto allo store di Apple (meno di 8 miliardi di download) del 145%.

Queste cifre sono particolarmente significative perché relative solo ai nuovi download e non contano gli aggiornamenti o le app re-installate. Tenete comunque conto che si tratta di dati raccolti da App Annie, non diffusi dai rispettivi store, quindi la loro precisione non sarà mai assoluta.

Dicevamo del ruolo chiave dei mercati emergenti, in particolare India, Indonesia e Brasile, che sono stati i tre paesi nei quali la crescita di anno in anno è stata maggiore, al punto che l’India ha superato gli USA per numero di download combinati su Android ed iOS nel 2017.

LEGGI ANCHE: Google Pixel 2: tutto quello che volete sapere

Più download non significa più guadagni però. Sia Apple Store che Google Play hanno fatto registrare un incremento del 20% di anno in anno in quanto ad introiti, sempre in relazione al Q4 2017, ma il gettito dello store di Apple, con 11,5 miliardi di dollari, è stato quasi doppio di quello Android. Ciò significa che pur scaricando meno della metà, gli utenti Apple spendono il doppio. Questo dato si presta a varie analisi, che riguardano sia il costo medio delle app che la quantità di contenuti gratuiti rispetto a quelli a pagamento, ma App Annie non si dilunga nei dettagli.

A questo punto vi chiederete cosa sia stato scaricato. Su Google Play, principalmente giochi ed app per gestire le finanze e per la personalizzazione. Su iOS app per lo shopping e per le finanze. Quest’ultimo dato mescola probabilmente applicazioni di tipo tradizionale (bancario, risparmi ecc.) a quelle relative alle criptovalute, che sono state uno dei temi caldi dello scorso anno, in particolare con le ascese (e discese) del Bitcoin.

La maggiore crescita in termini di spesa è stata negli USA, mentre al terzo posto troviamo la vicina Germiania, e questo vale per entrambi gli store. Il secondo posto su iOS è invece del Taiwan, mentre è della Corea del Sud su Google Play, il che non sarà certo una sorpresa, considerando che è la patria di Samsung.

Apple