Possibili conferme sul design di Xiaomi Mi 6X, che potrebbe essere animato dal nuovo SoC Surge S2 (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

Secondo le ultime indiscrezioni dalla rete, ancora tutte da confermare, Xiaomi potrebbe aver deciso di sperimentare il suo secondo SoC proprietario – che dovrebbe chiamarsi Surge S2 – sul recentemente vociferato Mi 6X.

Di questo dispositivo, successore di Mi 5X e di Mi A1, era da poco trapelato uno scatto della back cover, che suggeriva l’adozione di un doppio sensore fotografico del tutto simile, nel design, a quello di iPhone X. In queste ore sono trapelate altre immagini, questa volta che ritraggono presunti case protettivi attribuiti a Mi 6X, che parrebbero confermare questo accorgimento estetico. L’altro foro sulle cover sarebbe un indizio inequivocabile della presenza del sensore di impronte digitali al posteriore, messo in dubbio dalla prima (strana) foto trapelata.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi A1, la recensione

In una delle immagini troviamo anche un render del frontale del dispositivo, che vanterebbe cornici particolarmente ottimizzate e un display presumibilmente in rapporto 18:9. Tuttavia, potrebbe trattarsi di un render di pura fantasia, quindi è bene non dargli peso, al momento. Per quanto concerne il SoC invece, la scorsa estate si ipotizzò che Surge S2 avrebbe continuato ad equipaggiare la serie C di Xiaomi – in particolare il Mi 6C – ma le ultime voci potrebbero cambiare le carte in tavola.

Per ricapitolarne le specifiche fin qui trapelate, si tratta di un SoC basato sul processo costruttivo a 16 nm di TMSC, con quattro core Cortex-A73 e altri quattro Cortex-A53, per prestazioni comparabili a quelle del Kirin 960 di Huawei. Trattandosi ancora di un cantiere aperto, dopo gli scarsi risultati del predecessore Surge S1, francamente ci pare strano che Xiaomi possa portarlo sul Mi 6X – e ancora più strano sull’eventuale Mi A2 – con il rischio di minarne l’appetibilità sul mercato, dopo l’ottimo successo riscosso da Mi 5X e soprattutto Mi A1. Staremo a vedere se Xiaomi ci stupirà ancora una volta.

Via: GizmochinaFonte: /Leaks