Samsung vuole uno smartphone davvero full screen, con fotocamera sotto allo schermo (foto)

Nicola Ligas -

Cosa ostacola la realizzazione di smartphone davvero “a tutto schermo“? Al di là delle difficoltà tecniche, della resistenza, ecc., sostanzialmente un paio di fattori: la capsula auricolare (già superata in altri modi, anche se non altrettanto efficaci) e la fotocamera frontale (più vari sensori), perché nessuno vuole rinunciare ai selfie. O così almeno ci dicono. (Ci sarebbe anche il lettore di impronte da considerare, ma anzitutto nulla gli impone di dover stare davanti, ed in ogni caso sembra che questo problema sia già stato risolto.)

Ciò non toglie che, anche solo per stupire, il riparto “ricerca e sviluppo” dei vari colossi del settore abbia probabilmente già immaginato varie soluzioni a questi problemi. Senz’altro lo ha fatto Samsung, che in un nuovo brevetto illustra proprio uno smartphone di questo tipo.

Come vedete, tutti gli elementi che abbiamo citato si trovano sotto la superficie del display; l’unico problema è che, in questo modo, la fotocamera dovrebbe essere in grado di “vedere attraverso lo schermo”, e per ora nessuno ha fatto qualcosa di simile. Un precedente brevetto suggerisce di usare un OLED trasparente ad alto refresh che possa permettere alla fotocamera di “sbirciarci attraverso” semplicemente spegnendosi e riaccendendosi molto rapidamente.

Ci vengono in mente 1.000 limitazioni a questo approccio, ma ci piace comunque pensare che prima o poi qualcuno risolverà questi problemi, e potremo avere davvero smartphone “full screen”. E più resistenti. E con più autonomia. E… ok, basta così.

Via: GSMArenaFonte: Telefoon
brevetti