Xiaomi non ha ancora rilasciato i sorgenti di Mi A1, e Francisco Franco non l’ha presa bene

Nicola Ligas

Francisco Franco, per chi non lo conoscesse, è uno dei più celebri sviluppatori/modder Android, autore dell’omonimo kernel, e di altre applicazioni. In un suo recente tweet, Franco si è apertamente scagliato contro Xiaomi, rea di non aver ancora rilasciato i sorgenti del kernel di Mi A1, violando così la licenza GPL.

Non è solo una questione di principio, che comunque non stiamo giustificando, quanto del fatto che così facendo Xiaomi impedisce a Franco (ed a chi per lui) di lavorare su Mi A1 e confezionare, ad esempio, un kernel alternativo per i suoi utenti.

LEGGI ANCHE: Le differenze tra Android One, Nexus e Pixel

C’è da dire che il vizio di non rispettare la GPLv2 Xiaomi ce l’ha da un po’, tanto che per Mi5 e Mi6 ci sono voluti anche più di 6 mesi prima di vedere pubblicati i sorgenti. Considerando questo, c’è tutto il tempo per Mi A1, che è uscito solo 4 mesi fa circa. E sia chiaro che anche altri produttori (spesso cinesi) non hanno fatto di meglio in passato.

Vedremo quanto tempo ci vorrà questa volta, ma il fatto che Mi A1 sia un Android One per ora non sembra aver influito minimamente. In ogni caso, questo è il GitHub di Xiaomi da tenere d’occhio.

Via: ARS Technica