Nuovi brevetti Samsung suggeriscono un futuro fatto di notch, forme curve e lettori di impronte sotto al display (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

Si tratta evidentemente di un periodo piuttosto prolifico per i brevetti depositati da Samsung, che continuano a trapelare dal WIPO (World Intellectual Property Organization). Se le recenti bozze che ritraggono il presunto Galaxy X, ovvero il primo smartphone dotato di display pieghevole, tratteggiano un futuro rivoluzionario tanto per il produttore coreano, quanto per l’intero settore mobile, i brevetti di cui vi parliamo oggi mostrano invece scenari più conservativi, ma comunque di evoluzione rispetto agli standard attuali di Samsung.

Si tratta di una vasta schiera di ipotesi immaginate dal colosso coreano, che vanno ad interessare pressoché ogni ambito dei suoi futuri smartphone, con un unico vero denominatore comune: il display quasi totalmente privo di cornici. Questo aspetto, ormai realtà dal almeno un anno, potrebbe davvero rappresentare il punto fermo di tutto il panorama mobile dei prossimi anni.

LEGGI ANCHE: Tutto su Samsung Galaxy S9

Le novità – anche queste tutt’altro che futuristiche – si possono riscontrare nei modi in cui Samsung immagina di ridurre ancora di più le cornici. Ecco quindi i famigerati notch, sia ispirati alla soluzione proposta da Essential PH-1, sia al ben più celebre iPhone X. Non manca poi il lettore di impronte sotto al display, anch’esso già realtà grazie alla collaborazione fra Synaptics e Vivo e che promette di essere adottato da molti altri produttori, già durante questo 2018.

Infine, sembra che Samsung stia anche pensando di riposizionare il tasto Power sulla cornice superiore dello smartphone, per consentire forme ancora più curve (e dunque ergonomiche) per le cornici laterali. Insomma, il futuro tratteggiato da questi sembra decisamente plausibile, anche se non è affatto detto che si concretizzerà davvero in questi termini.

Via: GizmochinaFonte: WIPO