Meizu: anche i dati di vendita certificano che il 2017 sia stato un anno tutt’altro che memorabile (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

Nonostante l’espansione globale vantata da Meizu nel corso del 2017, la scarsa efficacia dei modelli presentati durante l’anno, unita ad altre previsioni che ipotizzavano una contrazione nelle spedizioni rispetto al passato, facevano pensare ad un’annata tutt’altro che memorabile per il produttore cinese. Ora ci ha pensato Meizu stessa a certificare quanto ampiamente intuibile, tramite la diffusione dei dati di vendita annuali.

Meizu ha infatti dichiarato di aver venduto 20 milioni di smartphone nel 2017, nei 40 mercati in cui è attivamente presente, in deciso calo rispetto al 2016, quando le unità vendute si erano attestate sui 22 milioni. Nonostante ciò, il produttore cinese ha dichiarato di aver comunque incrementato le entrate, grazie appunto ad una maggiore presenza sul mercato internazionale, dove i suoi dispositivi sono venduti a prezzi maggiorati rispetto alla Cina.

LEGGI ANCHE: Il primo Meizu con SoC Snapdragon arriva finalmente in Italia

Proprio il mercato cinese ha rappresentato la principale causa del declino delle vendite, non per colpa di errate strategie commerciali di Meizu, ma proprio a causa di un fisiologico calo del mercato stesso, che ha interessato anche gli altri produttori. Meizu ha infatti parlato di un calo complessivo del 32,5% del mercato cinese, un dato a dir poco preoccupante per il futuro prossimo. Meizu comunque ha posto le basi per una posizione di rilievo anche su altri mercati, nei quali presenterà (fra pochi giorni) il nuovo M6S, oltre all’attesissimo 15 Plus, che promette di rilanciare le ambizioni del produttore nella fascia alta del mercato.

Via: GizmochinaFonte: Cnbeta