Honor punta in grande e vuole rimanere un marchio separato da Huawei

Vezio Ceniccola

Indubbiamente gli ultimi anni sono stati molto positivi per Honor, azienda cinese di proprietà di Huawei che è cresciuta a velocità impressionante, guadagnandosi ampie fette di pubblico anche e soprattutto in Europa.

Durante un’intervista al sito serbo Mondo, il CEO di Honor George Zhao ha dichiarato che la sua azienda punta ad entrare nella top 5 dei maggiori produttori di smartphone entro breve tempo, dando ancora più autorevolezza al proprio brand.

Un marchio che dovrebbe, dunque, continuare a rimanere separato da quello della casa madre Huawei, come ha affermato esplicitamente Zhao. Secondo il CEO dell’azienda cinese, i due brand operano come se si trattasse di due produttori di automobili appartenenti alla stessa società proprietaria, utilizzando magari alcuni componenti identici ma conservando uno spirito diverso nella realizzazione dei propri prodotti.

LEGGI ANCHE: Honor 7X, la recensione

Honor vuol essere un’azienda che si rivolge ai giovani e ad una fascia di mercato più dinamica rispetto a Huawei, con smartphone dall’ottimo rapporto qualità-prezzo perfetti per tutte le tasche. Questo discorso va a giustificare anche alcune mancanze a livello hardware degli ultimi modelli, come ad esempio l’impermeabilità, non inserite in fase progettuale per limitare i costi.

Nei prossimi mesi gran parte della gamma Honor riceverà il nuovo aggiornamento ad Android Oreo, dunque l’azienda sta continuando a lavorare per offrire supporto anche ai modelli già sul mercato. Le aspettative per gli anni a venire sono molto alte, ma è probabile che il produttore cinese possa continuare ad ottenere buoni risultati anche in futuro, o almeno questo è quello che si augura il suo CEO.

Via: Android HeadlinesFonte: Mondo