Samsung al lavoro anche su uno smartphone “ripiegabile” (foto)

Andrea Centorrino

Il 2018 dovrebbe essere l’anno di Galaxy X, il primo smartphone della società coreana al mondo dotato di schermo pieghevole. Nell’attesa, alcuni produttori, come ZTE, hanno presentato dei modelli con schermi pieghevoli, ma non perché flessibili, ma perché dotati di due pannelli separati, ripiegabili su se stessi. A questo trend sembra che anche Samsung voglia dare il proprio contributo, almeno stando ad alcuni brevetti da poco registrati negli Stati Uniti.

Il codice US20170351297 risulta associato al progetto di uno smartphone dotato di due schermi, uniti da un sottile “lembo” (simile a quello delle flip cover) per il passaggio di energia e dati, che permettono al dispositivo sia di essere chiuso a conchiglia, sia di avere uno schermo davanti e dietro.

Il dispositivo, almeno nel brevetto, accetterà input provenienti da S-Pen, avrà un sensore biometrico (lettore di impronte, ma anche sensore di battito cardiaco, ormai onnipresente nei Samsung di fascia alta) e antenne disposte lungo la cornice, per evitare che il segnale venga schermato a causa del secondo schermo.

LEGGI ANCHE: Galaxy Note 8: trapelato un firmware a base Android Oreo

Come tutti i brevetti, non è detto che questo si concretizzi in un prodotto finale: nell’attesa di eventuali nuove informazioni, vi lasciamo alla galleria in basso, dove potrete esaminare da voi i bozzetti del progetto.

Via: GizChinaFonte: LetsGoDigital.nl
brevetti