Dite addio alle pubblicità indesiderate nella lockscreen: Google bandisce dal Play Store le app che le includono

Edoardo Carlo Ceretti -

Fortunatamente, il Play Store è pieno di applicazioni scaricabili ed utilizzabili gratuitamente dagli utenti. Tuttavia, gli sviluppatori non vivono soltanto di apprezzamenti e pacche sulle spalle, motivo per cui spesso mettono a disposizione versioni a pagamento delle stesse app, con qualche funzionalità esclusiva, per spingere gli utenti all’acquisto. Oppure, infarciscono le app gratuite di pubblicità varie, in modo da ripagarsi economicamente gli sforzi effettuati.

Per quanto spesso gli utenti accettino di buon grado questo compromesso, pur di non sborsare di tasca propria somme anche ridotte, ci sono alcuni tipi di pubblicità che proprio non vanno giù, come quelle che invadono la lockscreen degli smartphone. Dello stesso avviso è nientemeno che Google, che ha deciso di operare un vero e proprio giro di vite per risolvere la faccenda.

LEGGI ANCHE: Regali tech per Natale

Big G ha infatti proibito alle app di inserire questo genere di pubblicità, pena l’esclusione dal Play Store. Dal veto sono però escluse le app che non fanno altro se non offrire una lockscreen alternativa agli utenti: in quel caso, non essendoci alternative alla versione premium, potranno continuare a farlo. Un’iniziativa decisamente sensata, perché è giusto che ogni app gratuita inserisca al suo interno le pubblicità che desidera, ma non lo è altrettanto invadere ambiti che non la riguardano. Siete dello stesso avviso?

Via: Android PoliceFonte: Google Play