Se qualcuno guarderà di nascosto il vostro display, pioveranno arcobaleni! (video)

Nicola Ligas

Vi è mai capitato di scorgere qualcuno che osservava di nascosto il display del vostro smartphone, magari incuriosito dal suo contenuto o per carpire informazioni preziose? Il problema è, a quanto pare, così sentito che Google sta lavorando ad un rimedio. Il sistema è stato sviluppato da Hee Jung Ryu e Florian Schroff, due ricercatori Google, che lo presenteranno la prossima settimana alla conferenza Neural Information Processing Systems a Long Beach, in California.

Nella demo che potete vedere qui sotto, uno smartphone Pixel usa la sua fotocamera frontale per rilevare lo sguardo di potenziali spioni, e subito interrompe l’app in esecuzione per mostrare un’immagine live con il volto della spia ed un bell’arcobaleno vomitato dalla sua bocca (guardare per credere).

LEGGI ANCHE: Tutto sui Pixel 2

Ryu e Schroff affermano che il sistema funziona con diverse condizioni di luce e da varie angolazioni, e può riconoscere uno sguardo furtivo in appena 2 millisecondi; questo perché l’elaborazione avviene tutta sullo smartphone, senza ricorrere al cloud. Nessuno ci dice però quanto energivora sia questa funzione, uno scoglio importante che dovrà superare prima di diventare mainstream. In ogni caso basterà attivarlo solo in caso di “potenziali minacce” ed il problema dovrebbe essere risolto.

Tenete solo conto che al momento questo progetto non è ancora pubblico, e non è detto che arrivi sotto forma di app nel Play Store in breve tempo. In ogni caso, lode alla creatività. Ed alla privacy.

Via: Quartz