Cala definitivamente il sipario sul marchio ZUK: rimosso il logo dal quartier generale

Edoardo Carlo Ceretti

La notizie risalente allo scorso aprile, che vedeva Lenovo sul punto di cessare completamente qualsiasi progetto in seno alla sua sussidiaria ZUK Mobile, non faceva presagire nulla di buono. A luglio poi si riaccesero le speranze, con indiscrezioni che parlavano di un imminente lancio di un nuovo modello, chiamato Z3. Ora però, la triste verità: ZUK non esiste più, letteralmente.

Infatti, il logo del marchio è stato rimosso dalla sede ospitante gli uffici di ZUK, atto finale di uno smantellamento voluto da Lenovo per razionalizzare la sua proposta in ambito smartphone. Un marchio che ha avuto vita breve – poco più di due anni – ma che aveva saputo farsi apprezzare da una nicchia di appassionati grazie a Z1 – uno dei pochissimi dispositivi equipaggiati con l’ormai defunto Cyanogen OS – e a Z2 – lo smartphone più economico di sempre a montare il SoC Snapdragon 820, il top per il 2016.

LEGGI ANCHE: ZUK Edge, l’ultimo smartphone prodotto dall’azienda: la recensione

Se di certo la fine di ZUK non possa farci piacere, potremmo cercare il lato positivo della vicenda ipotizzando che Lenovo abbia preferito privilegiare la gloriosa storia del marchio Motorola – tornato a campeggiare sulle confezione degli smartphone della serie Moto – nel suo processo di riorganizzazione della sua divisione mobile.

Via: Gizchina.itFonte: Anzhuo.cn