OnePlus spiega il riconoscimento facciale del nuovo 5T, che non arriverà su OP5

Vezio Ceniccola -

Una delle novità più interessanti del nuovo OnePlus 5T è l’inedita tecnologia chiamata Face Unlock, il sistema di sblocco tramite riconoscimento facciale non presente sui modelli precedenti dell’azienda. Tramite un post sul forum ufficiale, OnePlus ha rivelato alcuni dettagli sul funzionamento di tale sistema, andando a rispondere a qualche curiosità degli appassionati e dei suoi clienti.

Per prima cosa, la società cinese ha spiegato il motivo dell’aggiunta di questo nuovo sistema, che è poi molto semplice da comprendere: la tecnologia di sblocco con il volto è stata integrata sul nuovo top gamma per sopperire allo spostamento del lettore d’impronte digitali sulla scocca posteriore. In questo modo, gli utenti che utilizzano il 5T possono comunque avere un metodo di sblocco rapido ed efficace anche sulla parte frontale, anche senza poter usare il lettore impronte.

Face Unlock non è, però, un metodo pensato per la sicurezza e per questo motivo non può supportare funzioni come Android Pay o altre app di pagamento mobile. Per questi servizi sarà ancora necessario utilizzare l’impronta digitali, che secondo l’azienda rimane un metodo più sicuro ed affidabile.

Scendendo più nel tecnico, OnePlus ha fornito qualche spiegazione anche per quanto riguarda il modo di funzionamento stesso di Face Unlock. Il sistema si basa su più di 100 identificatori per analizzare il viso inquadrato dalla fotocamera frontale e capire se sia quello della persona registrata, con parametri come la distanza tra gli occhi o quella tra naso e labbra. Il funzionamento è garantito anche con condizioni di poca luce o se l’utente indossa occhiali da sole.

Inoltre, il sistema analizza anche se la persona inquadrata è viva o se invece si trova di fronte ad una foto o un video, ed è in grado di disattivarsi automaticamente quando il riconoscimento fallisce per 5 volte consecutive, richiedendo poi l’uso del lettore impronte o del PIN di sicurezza.

LEGGI ANCHE: OnePlus 5T, la recensione

OnePlus riconosce ancora che il suo riconoscimento facciale non è un metodo sicuro al 100% e per questo sta continuando a lavorare per migliorarlo e renderlo ancora più smart. Una delle novità in sviluppo riguarda il riconoscimento di eventuali fonti luminose o frame squadrati, che dovrebbero migliorare il meccanismo per evitare lo sblocco con foto o immagini visualizzate su altri schermi.

Face Unlock rimane dunque un sistema utile per lo sblocco, ma che non deve essere utilizzato per altri scopi. Tale funzionalità, tra l’altro, rimane esclusiva del modello 5T e non arriverà sul precedente OnePlus 5. Su tale smartphone è presente e funzionante il sistema Smart Lock fornito da Google, che però non è preciso e veloce come quello inserito sul nuovo top gamma.

Via: XDA DevelopersFonte: OnePlus