I benchmark di OnePlus 5T sono veritieri, mica come quelli dei modelli precedenti…

Vezio Ceniccola

Oltre ad essere il primo modello borderless mai prodotto dall’azienda cinese, il nuovo OnePlus 5T può vantare un altro interessante primato: è il primo dispositivo OnePlus a non barare nei benchmark sulle prestazioni!

La società di Carl Pei ha dichiarato recentemente che non adotterà più la “modalità prestazioni” utilizzata su OnePlus 5 e sui modelli precedenti per ottenere migliori risultati nei benchmark, garantendo punteggi veritieri per il nuovo top gamma, annunciato solo qualche giorno fa.

I precedenti smartphone OnePlus erano dotati di un particolare software che permetteva di “sbloccare” i limiti imposti all’hardware. Tali limiti, utili per garantire un funzionamento corretto delle varie componenti e una maggior autonomia del sistema, erano presenti durante il normale utilizzo del dispositivo, ma potevano essere aggirati durante i test di performance per far alzare di qualche punto i risultati ottenuti.

Questo comportamento, però, non era stato ben visto dagli utenti e dai critici, che lo avevano giustamente ritenuto truffaldino rispetto alla buona fede degli appassionati intenti a scoprire la bontà dell’hardware e dell’ottimizzazione software del produttore, attraverso piattaforme come AnTuTu, Geekbench o GFXBench.

LEGGI ANCHE: OnePlus 5T, la recensione

Fortunatamente, anche per merito delle critiche, OnePlus ha deciso di mettere fine a tale situazione, dunque tutti i risultati dei benchmark del nuovo modello 5T possono essere ritenuti pienamente validi. Sempre che voi crediate che i benchmark abbiano senso e valore per il confronto tra i vari dispositivi, ovviamente.

Via: XDA Developers