Volete provare Google Lens attivandolo in Assistant? Si può, se avete i permessi di root (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

Svelato nel corso del Google I/O 2017, Lens è il successore spirituale di Goggles, ovviamente in versione rivista, corretta e (molto) potenziata. Per chi non ne avesse mai sentito parlare, si tratterà di un servizio in grado di sfruttare l’enorme bacino di conoscenze di Google – oltre alle più recenti applicazioni di intelligenza artificiale e machine learning – per consentire agli utenti di ricevere informazioni su oggetti di ogni tipo, semplicemente inquadrandoli tramite la fotocamera del proprio smartphone.

Da maggio ai primi di ottobre, lo sviluppo di Lens è proseguito soltanto internamente al team di Google. Soltanto a metà settembre i ragazzi di XDA Developers trovarono un modo per fare breccia nella segretezza dello sviluppo, permettendo agli utenti di testarlo in anteprima, anche se soltanto per poche ore. La presentazione dei Pixel 2 però ha finalmente rilanciato Lens, che arriverà in anteprima esclusiva proprio sui nuovi smartphone di Big G. Ma le esclusive hanno vita breve, quando di mezzo c’è il modding.

LEGGI ANCHE: Alcuni scatti non modificati dalla fotocamera dei nuovi Pixel 2

Infatti, il team di XDA Developers è già riuscito a trovare un altro modo per attivare l’integrazione di Lens in Assistant, su qualsiasi dispositivo Android che sia dotato di privilegi di root. Per coloro di voi che masticano il mondo del modding, il procedimento per attivare Lens risulterà tutto sommato semplice, vi rimandiamo alla guida di XDA per farlo. Rimane però il solito ostacolo: Lens sarà integrato in Assistant, che per ora non parla ancora la lingua italiana. Il suo arrivo però dovrebbe essere imminente e, anche grazie alle straordinarie novità di Lens, sinceramente non vediamo l’ora.

Fonte: XDA Developers