Huawei Mate 10 potrebbe ispirarsi a S8 e Note 8 anche per una modalità PC in stile Samsung DeX

Edoardo Carlo Ceretti

Si aggiunge un nuovo tassello alla serie di rumor che stanno accompagnando l’avvicinamento al 16 ottobre, giorno di presentazione degli attesissimi Mate 10 di Huawei. Ieri il produttore cinese aveva ostentato sicurezza e spavalderia, dichiarando che il suo prossimo dispositivo di punta non potrà essere definito smartphone, in quanto troppo avanti rispetto ai suoi rivali grazie al chip per l’intelligenza artificiale. Ora però una nuova voce potrebbe consentire di leggere lo slogan da un altro punto di vista.

Secondo infatti fonti raccolte dalla testata francese Frandroid, Huawei starebbe preparando una modalità che permetterebbe di far convergere l’esperienza puramente mobile tipica di uno smartphone, a quella più statica di un PC. Una soluzione di questo tipo non sarebbe una novità, perché Ubuntu, Microsoft e, per ultima, Samsung ne hanno già attuate di simili. In particolare, proprio il grande rivale coreano potrebbe essere una fonte diretta di ispirazione per Mate 10, visto anche il suo probabile form factor.

LEGGI ANCHE: Mate 10 potrebbe essere in grado di riconoscere gli oggetti

Il funzionamento della modalità non sarebbe diverso da quanto vi immaginiate: il dispositivo si interfaccerebbe con una apposita dock, alla quale collegare uno schermo, mouse e tastiera, trasformando lo smartphone in un PC a tutti gli effetti. Nonostante sia soltanto la prima voce a tale riguardo, si tratta di un’ipotesi nient’affatto improbabile, pur da prendere con le molle, allo stato attuale.

La vera sfida consisterà però nel rendere davvero efficiente, completa e soddisfacente una modalità di questo tipo, impresa tutt’altro che semplice visto che i colossi che si sono già cimentati si sono dovuti scontrare con difficoltà di tipo hardware e soprattutto software, nell’adattare un sistema mobile all’esperienza desktop. Sarà proprio Huawei a riuscire davvero nell’impresa?

Fonte: Frandroid