Grazie ad Oreo potremo dire basta alle reti predefinite AndroidAP

Vezio Ceniccola

Sebbene sia in circolazione già da qualche settimana, continuano a venir fuori novità riguardo al nuovo Android 8.0 Oreo. Questa volta parliamo della funzione di hotspot virtuale – o tethering se preferite – che ha ricevuto un piccolo, ma importantissimo, cambiamento.

Fino a Nougat, il nome SSID predefinito della rete creata dal nostro dispositivo era AndroidAP, e ciò valeva per qualsiasi terminale. In sostanza, chiunque avviava un hotspost da uno smartphone o tablet Android creava una rete con questo nome, con evidenti problemi di confusione in caso di più hotspot avviati nelle vicinanze.

Fortunatamente Oreo risolve questo problema, grazie ad una nuova denominazione delle reti in tethering. Con la nuova versione del robottino verde, gli hotspot virtuali presentano un SSID predefinito in formato AndroidAP_xxxx, dove le quattro cifre finali sono assegnate casualmente, creando dunque un nome univoco.

LEGGI ANCHE: Oreo potrebbe arrivare presto su Galaxy S8

Ovviamente è sempre possibile – anzi, è fortemente consigliabile – modificare le impostazioni predefinite dell’hotspot virtuale, scegliendo un nome personalizzato ed una password per proteggere l’accesso, ma di sicuro questa minuscola novità potrà servire per tutti gli utenti meno consapevoli della funzione, che si limitano ad attivare il tethering senza configurazioni particolari.

Via: Android Police