Chrome 61 inizia a mostrare le prime funzioni di realtà virtuale per Google Daydream

Edoardo Carlo Ceretti

Google è ormai da anni al lavoro sulla realtà virtuale, nuova frontiera della tecnologia che promette di fare breccia nel cuore degli utenti nel corso dei prossimi anni. Già più di un anno fa, Chrome si era aperto allo standard open source WebVR, in preparazione dell’arrivo di Google Daydream View, che preludeva alla possibilità di sfruttare la navigazione web in realtà virtuale. Lo stato dei lavori è ora più avanzato e le novità annunciate durante lo scorso Google I/O stanno iniziando a concretizzarsi.

Infatti, François Beaufort – membro del team di sviluppo di Chrome – ha annunciato tramite Google+ l’implementazione delle prime funzionalità legate alla realtà virtuale, a partire dalla versione 61 del browser di Google. Già da ora gli utenti potranno interagire con qualsiasi pagina web tramite Daydream View, passare da un link all’altro e spostarsi all’interno delle pagine in 2D in una modalità molto più immersiva di quanto non siamo abituati normalmente.

LEGGI ANCHE: Google Earth VR si integra con Street View

Soltanto ieri, Opera aveva annunciato il rilascio del primo browser al mondo in grado di permettere la fruizione di qualsiasi video presente sul web tramite un visore per la realtà virtuale e Google ha subito voluto rispondere mostrando l’avanzamento dei suoi lavori nel settore. Sappiamo bene come anche Samsung, Facebook, Microsoft e Apple siano al lavoro sulla nuova tecnologia in competizione fra loro, il panorama è quindi in continua evoluzione, a tutto vantaggio degli utenti.

Via: EngadgetFonte: François Beaufort (Google+)