Google sta pensando di rimpiazzare fra le ricerche del Play Store la valutazione delle app con le loro dimensioni

Edoardo Carlo Ceretti Ma un po' tutti pensano che non sia una buona idea.

Il Play Store è una delle app su cui Google si sbizzarrisce più di frequente con test e modifiche varie, dando quasi l’impressione di essere attanagliata da una schizofrenica confusione. In realtà, ogni sperimentazione viene poi accuratamente valutata – anche in base ai feedback di noi utenti – e la maggior parte di esse viene quasi subito accantonata, poiché non ritenuta idonea. L’ultimo test di Google potrebbe ricadere proprio fra queste (e sinceramente ce lo auguriamo).

Infatti, Google ha iniziato una ristretta sperimentazione che prevede, fra le app risultanti da una ricerca sul Play Store o sulla home stessa dell’app, la sostituzione dell’indicazione della valutazione di un’app, con la sua dimensione in vista del download. In effetti, valutazione e dimensione sono i due parametri che hanno maggior peso nella scelta degli utenti, tuttavia non si può di certo dire che siano sullo stesso piano.

LEGGI ANCHE: Le novità in arrivo su Chrome per Android

Spesso la valutazione di un’app ci permette – già a primo acchito – di stare alla larga da software buggati, abbandonati, poco utili o, peggio, pericolosi per la sicurezza dei nostri dispositivi (fattore da non sottovalutare, visti i recenti casi). E il più delle volte, preferiamo scaricare un’app che gode di una buona fama, piuttosto che una che semplicemente risulti più leggera come spazio occupato.

Inoltre, la memoria interna dei dispositivi più recenti sta mediamente aumentando sempre di più, rendendo quasi irrilevante il problema dello spazio disponibile. Ciò che gli utenti vogliono sono app sempre migliori, più complete e, semmai, più ottimizzate nell’utilizzo di RAM e batteria. Per tutti questi motivi, riteniamo che il test che Google sta effettuando non andrà molto lontano. Voi invece che cosa ne pensate?

Via: Android Police