LG ha “trollato” tutti: le unità di pre-produzione del V30 mascheravano l’apertura delle foto

Vezio Ceniccola

Il nuovissimo LG V30, fresco di presentazione ufficiale ad IFA 2017, è dotato di una delle fotocamere più avanzate in circolazione, grazie ad un’ottica con apertura f/1.6 che consente di raccogliere una quantità di luce più elevata rispetto alle fotocamere da smartphone tradizionali.

L’azienda coreana si è impegnata a fondo per mantenere il riserbo su tale prodigio della tecnica, lasciando tutti a bocca aperta nel momento dell’annuncio ufficiale. Ma come ha fatto LG a non far trapelare un’informazione così succosa prima del dovuto? La risposta è più semplice di quanto vi aspettereste: un po’ di astuzia e tanta prudenza.

Come da prassi, il produttore ha inviato alcune unità di pre-produzione del V30 ai siti e ai blog di tecnologia, che hanno avuto l’occasione di testare il dispositivo prima della presentazione ufficiale. Tali unità, però, montavano un software non ancora definitivo, che mascherava volontariamente l’informazione riguardo al valore di apertura delle foto scattate: invece di “f/1.6”, le info delle immagini mostravano un valore leggermente superiore a “f/1.7”.

LEGGI ANCHE: LG V30, la nostra anteprima

In questo modo, LG è riuscita a sviare le speculazioni sulla qualità della fotocamera, mantenendo il segreto e riservando questo dettaglio per l’annuncio in grande stile. Un comportamento che può apparire un po’ “bizzarro”, ma forse necessario per creare un effetto sorpresa per il mercato, con buona pace di fan, blogger ed esperti del settore.

Via: The Verge