L’arrivo di Oreo porta novità anche per Android Automotive e la sua gestione del Bluetooth

Edoardo Carlo Ceretti

In questa prima fase di estensione delle funzionalità smart – che avete imparato a conoscere sui vostri smartphone – alle autovetture, il nome di cui sentite parlare più spesso è Android Auto. In realtà però, Android Auto non è altro che un modo per estendere l’utilizzo di alcune applicazioni già presenti sul vostro smartphone o per attivare alcuni controlli vocali rapidi. Tuttavia, Google è al lavoro anche su un vero e proprio sistema operativo, basato su Android e pensato in modo specifico per le automobili, chiamato Android Automotive.

La differenza sta nel fatto che Android Automotive consente un’integrazione molto più profonda con l’autovettura su cui è installato, non consentendo soltanto l’accesso ad alcune app, ma permettendo anche di controllare l’apertura e la chiusura delle portiere e dei finestrini, regolare la temperatura e il flusso di aria condizionata e così via, come siamo abituati ad ammirare nelle videoprove dei modelli Tesla.

LEGGI ANCHE: Waze arriva su Android Auto

Ebbene, il neoarrivato Android Oreo ha qualche novità in serbo anche per Automotive, in particolare per la gestione del Bluetooth. Prima di ora infatti, la connessione Bluetooth tra Automotive e uno smartphone Android era piuttosto scomoda e deficitaria, richiedendo un intervento manuale per la connessione. Ora invece, la connessione sarà automatica e potrà anche essere associata a delle comode azioni. Ad esempio, quando Automotive capterà il vostro smartphone nelle vicinanze, potrà sbloccare automaticamente le portiere, senza richiedere alcuna azione attiva.

Inoltre, sempre grazie alle novità portate da Oreo, ora Automotive sarà in grado di connettersi simultaneamente a più di un dispositivo, funzione decisamente utile per chi, ad esempio, possiede uno smartphone aziendale e uno personale, permettendogli di effettuare e ricevere telefonate da entrambi senza dover collegarli e scollegarli ogni volta – riducendo il rischio di distrazioni dalla guida.

Via: XDA DevelopersFonte: Android