Come forzare i limiti in background su app che non sono fatte per Android Oreo

Nicola Ligas

Una delle novità principali, in tema autonomia, di Android Oreo, sono i background limit sulle app, che vengono applicati di default a tutte le app che hanno come target le API di Oreo. C’è però un modo per forzare anche le vecchie app ad utilizzare queste limitazioni, sebbene il loro comportamento potrebbe non essere predicibile (ovvero le notifiche potrebbero non funzionare, o ci potrebbero essere altri comportamenti anomali, ma in ogni caso dovreste risparmiare batteria).

Per imporre i background limit su app antecedenti ad Oreo, dovrete aprire la pagina di informazioni dell’app in questione ed alla sezione dedicata alla batteria, avrete una voce relativa all’attività in background. La descrizione dice che, disabilitando questa funzione, l’app non potrà girare in background quando non utilizzata. In realtà le cose non dovrebbero stare esattamente così, ma semplicemente dovreste forzare le ottimizzazioni di Android O e non killare il processo in background del tutto. È comunque possibile che l’effetto sia proprio quello, dato che parliamo di app sviluppate non per Oreo, tant’è che nelle app aggiornate questa opzione non compare, perché i background limit vengono imposti in automatico.

Usate insomma con cautela questa opzione, che può comunque rivelarsi salvifica nel caso ci sia qualche applicazione che esibisca eccessivo battery drain.

Via: Android Police