Google sarebbe al lavoro su un Ambient Display ‘always on’ per i suoi Pixel (aggiornato)

Edoardo Carlo Ceretti -

Se avete almeno una ventina d’anni, probabilmente i primi telefoni cellulari che avete avuto modo di maneggiare erano tutti accomunati da una caratteristica: il display sempre acceso, in grado di comunicare informazioni come l’orario o eventuali chiamate perse e messaggi ricevuti. Con l’avvento degli smartphone e dei display con sempre più colori e sempre più definiti, quell’aspetto – un tempo così scontato – si è via via perso, per poi dare cenni di rinascita grazie al Moto Display di alcuni Motorola o a Glance dei Nokia Lumia.

Non si trattava però di vere e proprie funzionalità always on, probabilmente a causa delle tecnologie impiegate nei display, ancora non pronte per supportarlo. Abbiamo dovuto attendere l’anno passato, con il Galaxy S7 e il suo display Super Amoled – in realtà anche LG G5 prevedeva qualcosa di simile – per assistere al definitivo ritorno di questa funzione. E come spesso accade, quando è un colosso a muoversi, anche altri tentano di imitarlo. È il caso di Google, che starebbe lavorando per implementare la funzione direttamente nel codice di Android O.

LEGGI ANCHE: Con Android O le gesture sul lettore di impronte saranno alla portata di tutti

Su Android esiste già l’Ambient Display, una funzionalità derivata dal primo Moto Display. Tuttavia, i colleghi di XDA Developers, decompilando alcune app di sistema presenti nella Developer Preview 3 di Android O (vi lasciamo i tecnicismi più approfonditi all’articolo in fonte) mostrano indizi riconducibili proprio ad una funzione always on integrata nel nuovo Ambient Display.

Attualmente questa funzione è presente solo in modo latente nel codice di Android O, non è possibile attivarla nemmeno per vie traverse, tuttavia non è di certo lì per caso: è molto probabile che Google stia pensando di dotare i suoi prossimi Pixel (che quindi potrebbero avere display in tecnologia Amoled) di una funzionalità always on, sempre molto apprezzata dagli utenti. Vedremo se nella release finale di Android O continuerà ad essere presente questa funzione e se i Pixel 2 sapranno sfruttarla a dovere.

Aggiornamento22/08/2107 ore 18.45

XDA-Developers torna nuovamente sull’argomento, segnalando di aver trovato nell’AOSP dei riferimenti a questa funzione. C’è infatti un commit che recita però è piuttosto vecchio e parla proprio di “AmbientDisplay: Add always on prototype”, ma nella descrizione dello stesso è riportato “Ambient display always-on of the tuner. Non-translatable since it should not appear on production builds ever”, gettando qualche ombra di dubbio sul suo futuro sviluppo.

Questa funzione è in ogni caso stata associata più volte ai Google Pixel 2, pertanto scopriremo al momento del loro lancio (o anche prima) se il suo sviluppo è davvero proseguito.

Fonte: XDA Developers