Essential Phone troppo simile a Sharp Aquos S2? Andy Rubin spiega perché e svela nuovi moduli

Andrea Centorrino -

Se dopo l’ufficialità di Sharp Aquos S2 foste rimasti perplessi dal suo design (fin troppo) simile ad Essential Phone PH-1, sappiate che non siete i soli: anche Andy Rubin si è posto qualche interrogativo, come rivela in un’intervista a Bloomberg.

La costruzione dello smartphone di Rubin è affidata a Foxconn, che risulta essere anche un investitore di Essential: poiché anche la produzione di Aquos S2 è affidata alla società cinese, com’è usanza da quelle parti, si tende a “copiare” altri dispositivi più famosi (com’è il caso di Bluboo S1, “ispirato” a Xiaomi Mi Mix), forse per abbattere i costi, o per sfruttare la “scia” di successo del dispositivo.

In ogni caso, Andy Rubin non ha gradito, e ha inviato un’email al presidente di Foxconn, Terry Gou. Cosa si sono detti non è chiaro, ma nell’intervista rivela che “avremmo dovuto vedere quell’email” (immaginiamo dunque che non sia stato eccessivamente cordiale – NdR).

LEGGI ANCHE: Essential Home è l’anti Google Home di Andy Rubin

Ma veniamo alla parte più interessante dell’intervista: il creatore di Android ha svelato due nuovi moduli, da collegare alla porta magnetica di PH-1. Si tratta di un modulo per ricaricare lo smartphone ed inviare contemporaneamente audio Hi-Fi alla propria auto (ricordiamo che Essential Phone è privo di jack audio – NdR), mentre il secondo è “il più piccolo scanner laser 3D al mondo”: per sapere come funzionerà, dovremo attendere maggiori informazioni.

Via: GizmoChinaFonte: Bloomberg
Andy Rubin