Nell’ultima beta di WhatsApp spuntano indizi sulla possibilità di effettuare pagamenti

Edoardo Carlo Ceretti -

Vi riportiamo spesso le novità in anteprima a cui il team di sviluppo di WhatsApp lavora nel ramo beta dell’app. Si tratta appunto di nuove funzionalità, modifiche e accorgimenti vari che, dopo le necessarie sperimentazioni, spesso arrivano anche nell’app stabile. Di recente vi abbiamo parlato delle launcher shortcut, legate novità inaugurate dal Pixel Launcher, oggi è il turno di una novità ancora embrionale, ma ben più sostanziale, potenzialmente.

Infatti, nella versione beta 2.17.295 di WhatsApp, è stata scovata una sezione nascosta – ovvero a cui non è possibile accedere semplicemente installando l’app – e ancora non attiva, chiamata WhatsApp Payments. Non c’è bisogno di traduzioni per capire che faccia riferimento ad un sistema di pagamenti, integrato all’interno dell’app.

LEGGI ANCHE: L’app per capire vostra madre

La nuova funzione fa riferimento alla sigla UPI (Unified Payment Interface), una piattaforma di pagamenti sviluppata da alcune banche indiane. È quindi altamente probabile che WhatsApp attiverà una prima sperimentazione di pagamenti per mezzo dell’app nel mercato indiano, per poi eventualmente estendersi anche in altri mercati, qualora i feedback ricevuti fossero positivi.

Quella dei pagamenti tramite le app di messaggistica non è una novità assoluta, dato che anche Facebook Messenger, negli USA, ha da tempo attivato una sperimentazione di questo tipo. Sembra proprio che si tratti della prossima frontiera dei pagamenti online, utile in particolare per scambiarsi piccole somme di denaro fra amici, ad esempio quando si organizza un regalo di compleanno o laurea, o una cena di gruppo. Pensate che utilizzereste una funziona simile, quando sbarcherà anche in Italia?

Via: Wabetainfo