Il primo smartphone equipaggiato con SoC Surge S2 potrebbe essere Xiaomi Mi 6C

Edoardo Carlo Ceretti

Dopo il non brillantissimo esperimento di Xiaomi con il suo primo SoC proprietario, Pinecone Surge S1, montato sul modello Mi 5C durante i primi mesi del 2017, i riflettori sullo sviluppo del progetto hardware da parte di Xiaomi si erano bruscamente spenti. Un mese fa però, il progetto era tornato alla ribalta, grazie alla notizia della partnership stretta fra Xiaomi e Nokia e le prime nuove riguardanti Surge S2.

Si tratterebbe di un SoC finalmente costruito con un processo produttivo più raffinato (16 nm, rispetto ai 28 nm del predecessore Surge S1) e con un’architettura octa-core formata da 4 core Cortex-A73 finalizzati alle prestazioni, con clock massimo di 2,2 GHz, e 4 core Cortex-A53 a basso consumo energetico, con frequenza di 1,8 GHz. Fin qui nulla di davvero nuovo, la vera notizia riguarda il primo smartphone che potrebbe esserne equipaggiato.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi6, la recensione (foto e video)

Così come avvenuto per il predecessore, anche Surge S2 potrebbe debuttare su uno smartphone della Serie Mi C, in particolare Mi 6C. Lo sviluppo del SoC è ormai piuttosto avanzato, quindi anche il dispositivo in questo potrebbe essere in rampa di lancio nei prossimi mesi.

Oltre ovviamente al SoC, per ora ciò che è trapelato indicherebbe la presenza di un doppio sensore fotografico (ormai immancabile sugli smartphone di prossima uscita) e due tagli di memoria a cui corrisponderebbero due prezzi differenti: la variante 4/64 potrebbe costare 1.999 yuan (circa 255€), mentre quella da 6/128 costerebbe 2.499 yuan (circa 319€).

Via: Pocket Now