A distanza di un anno, Lenovo vi mostra un altro assaggio degli smartphone flessibili del futuro (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

Poco più di un anno fa, Lenovo aveva mostrato al mondo il suo prototipo di smartphone flessibile, o meglio arrotolabile al polso, Cplus. Non si trattava di certo di una novità assoluta, da anni Samsung e LG sono al lavoro sui display flessibili, però rimaneva una dimostrazione interessante – per quanto ancora goffa – di quella che potrebbe essere la soluzione del futuro, adottata anche da un altro colosso del settore come Lenovo.

Le aziende produttrici di smartphone però non possono impiegare eccessive risorse su un futuro remoto, hanno bisogno di programmare a breve termine per continuare ad essere competitive nell’agguerrito mondo dei dispositivi mobili. Una dimostrazione di questo assunto è il nuovo prototipo di Cplus mostrato recentemente in Cina da Lenovo: non sembrano essere stati fatti passi da gigante rispetto ad un anno fa.

LEGGI ANCHE: Galaxy Note 8: lancio ufficiale il 23 agosto a New York

Concettualmente ed esteticamente, il Cplus di quest’anno si mostra quasi identico rispetto a quello dell’anno passato. Il display pare sia divenuto leggermente più grande (da 4,26″ a 4,35″), sempre in tecnologia Amoled, e mostra un’interfaccia personalizzata di Android. Il prototipo dovrebbe essere dotato anche di uno slot per la SIM card.

Come era facile aspettarsi, Cplus non ha ancora lontanamente abbandonato lo status di mero prototipo. Non è previsto per la vendita e, fintanto che avrà quel form factor e una tecnologia così embrionale, non lo sarà mai. È però il progenitore di futuri dispositivi flessibili che, secondo Lenovo, dovrebbero uscire sul mercato entro i prossimi due o tre anni.

Via: Neowin