In attesa del lancio, Xiaomi Mi 5X strappa consensi in Cina e si mostra in tre colorazioni (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

La giornata di ieri è stata ricca di annunci per Xiaomi. Dapprima aveva mostrato in anteprima il nuovo tema ufficiale della MIUI 9, la nuova personalizzazione di Android targata Xiaomi che, poco dopo, è stata annunciata per il rilascio il 26 luglio. Lo stesso giorno, farà il suo debutto sul mercato cinese anche Mi 5X, un nuovo smartphone di fascia media, che si distingue nella folta lineup del produttore cinese per il doppio sensore fotografico, fino ad ora esclusiva del top di gamma Mi6.

Xiaomi Mi 5X sembra che sia stato accolto con entusiasmo dai fan cinesi: più di 200.000 utenti si sono infatti registrati sul sito ufficiale di Xiaomi per prepararsi ad ordinare il nuovo modello, non appena sarà possibile. Per invogliarli ulteriormente all’acquisto, l’azienda cinese ha rilasciato anche alcune nuove immagini di Mi 5X, che lo mostrano nelle tre colorazioni di vendita: nera, oro e rosa (definirlo rose gold ci sembra eccessivo).

LEGGI ANCHE: LG Q6, la nostra anteprima (foto e video)

Grazie alle immagini, possiamo valutare meglio anche il design complessivo: Xiaomi Mi 5X non sembra proprio uno smartphone rivoluzionario dal punto di vista estetico, proseguendo sulla falsariga dei dispositivi già in catalogo e strizzando l’occhio in modo piuttosto evidente anche ad iPhone 7, per le forme stondate, la posizione delle antenne e anche la doppia fotocamera in stile 7 Plus. Nella parte anteriore sono posizionati i classici soft touch di Xiaomi, mentre il sensore di impronte è posteriore.

Nulla di nuovo sulle specifiche tecniche: si dovrebbe trattare di uno smartphone con display da 5,5″, SoC Snapdragon 625 e 4 GB di RAM (potrebbe esistere anche una variante top con Snapdragon 660 e 6 GB di RAM), con un prezzo a partire da 1.999 Yuan (circa 263€). Il 26 luglio ne sapremo di più, anche se probabilmente la sua presentazione sarà offuscata da quella della MIUI 9 e soprattutto dell’attesissimo Meizu Pro 7.

Via: Gizmochina.com