Il lusso non paga: Vertu è sommersa dai debiti e chiuderà la sede inglese

Vezio Ceniccola

I nostri lettori più attenti sicuramente conosceranno il marchio Vertu, azienda che produce “smartphone di lusso” proposti a prezzi astronomici, che a volte superano ampiamente i 10.000€. A quanto pare, però, questo tipo di business non ha prodotto i risultati sperati.

Da quanto rivelato da alcuni siti, sembra che Vertu se la stia passando davvero male negli ultimi tempi. Recentemente la società ha smesso di pagare dipendenti e fornitori, sembra ci sia ancora un debito di ben 3,2 milioni di dollari con Microsoft, proprietaria del quartier generale di Vertu.

Il proprietario Hakan Uzan ha dichiarato che è disposto a pagare solo 2,4 milioni di dollari dei debiti della sua società, a fronte degli oltre 165 milioni di dollari totali. Questa situazione, tutt’altro che rosea, poterà dunque alla dismissione delle attività produttive nel Regno Unito, che provocherà la perdita del lavoro per oltre 200 dipendenti.

LEGGI ANCHE: Pelle di lucertola, ceramica e titanio per il nuovo Vertu

Un portavoce dell’azienda ha gettato benzina sul fuoco, dicendo che la situazione negativa in Regno Unito è stata generata da problemi di sostenibilità finanziaria, ma che tali problemi non riguardano nessun’altra parte del gruppo.

Non sappiamo se tali rassicurazioni basteranno a placare gli animi dei lavoratori e dei creditori del gruppo, ma speriamo che le colpe della società non ricadano sulle loro spalle. Vendere smartphone Android è un business complesso, e sicuramente le cifre a cui Vertu propone i suoi prodotti non aiuteranno a risollevare il bilancio della compagnia.

Via: NeowinFonte: The Telegraph