Ufficiale l’accordo tra Xiaomi e Nokia: sfruttamento di brevetti e collaborazioni su realtà virtuale, IoT e tanto altro

Lorenzo Delli

La conferma di quanto vi abbiamo riportato ieri è infine arrivata. Nokia e Xiaomi hanno stretto un accordo di collaborazione che, se tutto va bene, porterà benefici ad entrambe le società. Ad annunciarlo è Nokia attraverso un comunicato stampa sul suo sito ufficiale, così come Xiaomi attraverso canali cinesi e anche attraverso i social network.

L’accordo tra i due colossi riguarda una collaborazione di tipo commerciale e anche un accordo per la condivisione pluriennale di brevetti di vario genere, inclusi alcuni brevetti “essenziali” detenuti da entrambi le società. Xiaomi, grazie all’accordo, è anche riuscita ad “acquisire” alcuni brevetti di Nokia, probabilmente proprio in relazione a quanto anticipato ieri (ovvero un possibile tentativo di espansione in altri mercati).

Xiaomi is one of the world’s leading smartphone manufacturers and we are delighted to have reached an agreement with them. In addition to welcoming such a prominent global technology company to our family of patent licensees, we look forward to working together on a wide range of strategic projects.

Rajeev Suri, President & CEO of Nokia

Secondo quanto concordato, Nokia permetterà l’accesso ad apparecchiature per infrastrutture di rete, e le due società lavoreranno fianco a fianco su nuove tecnologie riguardanti l’Internet of Things, la realtà virtuale e la realtà aumentata, l’intelligenza artificiale, soluzioni per l’interconnessione di datacenter tramite fibra ottica, IP Routing basato sul nuovo processore di Nokia denominato FP4 e tanto altro.

Non si fa cenno nel comunicato stampa di Nokia all’utilizzo del SoC Xiaomi Surge S1 come accennato dalla fonte di ieri, ma è possibile che il processore sia effettivamente nominato nell’accordo ma che non sia stato reso pubblico.