Spendee, l’app gratuita per il controllo delle vostre finanze (foto)

Leonardo Banchi

Controllare le proprie finanze, e dove se ne vanno mese dopo mese i nostri soldi, è senza dubbio uno dei primi passi da compiere per riuscire a mettere da parte qualche risparmio.

Fortunatamente, ci sono molte app che permettono di tenere traccia di tutte le nostre spese, ma se state cercando uno strumento versatile e semplice da usare, Spendee è decisamente un’opzione da prendere in considerazione.

Molte informazioni in pochi passaggi

Spendee è un’applicazione gratuita grazie alla quale registrare una spesa o uno dei vostri guadagni diverrà un’operazione da pochissimi tocchi: senza difficoltà potrete specificarne l’importo, assegnare una data e facoltativamente aggiungere una descrizione o un hashtag, in modo da poter effettuare ricerche rapide in un secondo momento. L’app immagazzinerà poi tutti i vostri dati e li elaborerà in dei chiari grafici, con i quali potrete capire non solo quale sia il bilancio del periodo preso in esame, ma anche a quale tipo di spese avete destinato più soldi.

LEGGI ANCHE: Migliori App Android per la Personalizzazione

Oltre a questo, in Spendee troverete molti altri strumenti che vi saranno utili per gestire le vostre finanze: particolarmente utile, ad esempio, è la funzione di budget, che vi permetterà di stabilire un tetto di spesa per un certo periodo (ad esempio una vacanza) e sapere in ogni momento quanto vi rimane e quanto potete ancora spendere mediamente ogni giorno per non uscire dalle previsioni.

Sottoscrivendo un abbonamento a Spendee Premium, al prezzo di 3,99 € al mese, potrete poi utilizzare anche funzionalità più avanzate, come la sincronizzazione con il vostro conto bancario, la gestione di più portafogli e la condivisione di questi ultimi con i vostri contatti che utilizzano l’app.

Download gratuito

Potete provare gratuitamente Spendee, con tutte le funzionalità principali, scaricandola dal Play Store: per farlo, non dovete fare altro che cliccare sul badge per il download che trovate a seguire.

POTREBBE INTERESSARTI: Come scaricare le mappe di Google Maps per l’utilizzo offline