OnePlus 3/3T con Android O entro fine anno, EIS in 4K per OnePlus 5 e altro dall’AMA su Reddit e non solo

Nicola Ligas -

Ieri pomeriggio il team di OnePlus ha tenuto un AMA su Reddit, tutto incentrato sul nuovo OnePlus 5. Non sono mancate ovviamente le critiche, anche abbastanza feroci: la community spesso ti ama tanto quanto ti odia, e tra promesse infrante e “delusioni” sul nuovo modello, cui venivano imputati tutti i peccati possibili, non è facile trovare risposte davvero interessanti. Ma ce ne sono.

Anzitutto partiamo dalle promesse di aggiornamento, quelle che questa volta dovranno essere rispettate. OnePlus 3 e 3T riceveranno Android 8.0 entro fine 2017. Ci aspettiamo che Android O(reo) sia lanciato in agosto, quindi OnePlus avrà circa 4 mesi da quel momento per mantenere la sua promessa. L’anno scorso i tempi furono rispettati, ma proprio in extremis. Gli aggiornamenti di OnePlus 3 e 3T in generale, sia in beta che stabile, continueranno con la medesima cadenza nell’immediato futuro, per poi rallentare con l’invecchiamento degli smartphone. Molte delle funzioni di OnePlus 5 dovrebbero inoltre arrivare sui modelli precedenti, tranne la modalità lettura.

Passando invece a OnePlus 5, buone notizie per i video, che riceveranno la stabilizzazione elettronica (EIS) in 4K tramite aggiornamento software. L’azienda si è inizialmente focalizzata nell’ottimizzare i video in 1080p, ma era previsto fin dall’inizio questo upgrade. Non è però stata fornita un’indicazione temporale precisa.

Venendo a cose più generiche, OnePlus ha confermato di non avere tablet in lavorazione e di non essere interessata a supportare le microSD, cosa che finora non ha fatto nei suoi modelli di punta (OnePlus X non è di punta infatti), e che quindi sempre più difficilmente farà in futuro.

In un’intervista a The Indian Express, il CEO di OnePlus Pete Lau, ha inoltre commentato alcuni ulteriori punti critici. In particolare l’assenza di impermeabilità, che avrebbe solo resto OnePlus 5 più spesso, e che secondo Lau non è una funzione così importante per i consumatori, ribadendo che lo smartphone offre comunque un certo grado di resistenza all’acqua (che sembra sia anche elevato). Del resto non sarebbe comunque la prima volta che OnePlus sottovaluta l’importanza di una certa funzione.

Venendo infine allo schermo “solo” full HD, anche in questo caso la risposta è chiara: serve a poco; soprattutto ad abbassare le performance (ed in effetti tutto si può dire a OnePlus 5 tranne che non sia un fulmine) e a diminuire l’autonomia dello smartphone. In effetti, se ci pensate bene, anche Samsung, che adotta schermi WQHD+, di default li imposta in FHD+ proprio per questi stessi motivi, lasciando all’utente la possibilità di alzare la risoluzione. Diciamo che con un pannello full HD, anche i costi, per l’azienda e per l’utente, sono più contenuti, il che potrebbe essere una terza motivazione “non detta”. E voi che altre perplessità avreste? Ricordate che potrete sempre fugare ogni dubbio residuo giovedì prossimo.

Via: Android Authority