L’Android Market morirà del tutto il prossimo 30 giugno: ma voi sapevate che fosse ancora in vita?

Nicola Ligas

Sono già passati 5 anni ed una manciata di mesi da quando l’Android Market è stato soppiantato dal Google Play Store (come vola il tempo! – NdR). All’epoca, tutti i dispositivi con Android 2.2 e successivi ricevettero un aggiornamento che trasformò in pratica il vecchio store in quello attuale. E chi aveva una versione precedente di Android?

A quel tempo Android 2.1 Eclair aveva già più di due anni, e non fu supportato dal passaggio, il che significa che chiunque avesse una versione di Android antecedente alla 2.2 è stato finora bloccato con l’Android Market. Sì perché il vecchio store di Android non ha in realtà mai smesso di funzionare sui dispositivi più vecchi, e se per caso ci fosse ancora qualcuno bloccato con un’atavica versione del robottino, quel qualcuno avrà anche il Market.

Gli ultimi dati della distribuzione Android ci dicono che questa percentuale di utenti, ammesso che esista, è inferiore allo 0,1%, che è la soglia minima per comparire nel mensile report di Google sulla frammentazione. In ogni caso, pochi o tanti che siano, chiunque avesse ancora l’Android Market su un qualche dispositivo lo vedrà improvvisamente smettere di funzionare il 30 giugno 2017. Non ci sarà alcuna notifica a precederne la chiusura, a causa di limiti tecnici del Market stesso, che di punto in bianco diventerà incapace di visualizzare o installare qualsiasi app.

Considerando anche che ormai la maggior parte delle app non è nemmeno più compatibile con versioni di Android così vecchie, dubitiamo che questa mossa possa penalizzare voi lettori, ma se in ascolto ci fosse qualcuno che ancora si avvalesse dell’Android Market, saremmo curiosi di sapere come e perché. Lo spazio dei commenti è lì per questo.

Fonte: Android Developers