Il lettore di impronte sotto allo schermo di Samsung avrebbe causato problemi al display

Nicola Ligas -

È da diversi mesi che si parla di smartphone con lettore di impronte digitali integrato nel display, ma sebbene l’ipotesi fosse già stata avanzata per Galaxy S8, è stata poi scartata anche per Galaxy Note 8, ed anche Apple sembra avere i suoi problemi, segno evidente che qualche problema tecnico da superare c’è.

Nel caso specifico di Samsung, sembra che l’inserimento del lettore di impronte sotto allo schermo alterasse i colori del display nell’area circostante a detto lettore, schiarendo in pratica i contenuti (l’immagine a fine articolo ci sembra un’esagerazione). Questo potrebbe quindi essere uno dei motivi che hanno portato al scartare tale funzione, almeno per ora.

LEGGI ANCHE: OnePlus 5: tutto in un unico articolo

Nel frattempo però la concorrenza non sta a guardare, tanto che è da poco trapelato un video con uno smartphone a marchio Vivo che si sblocca mettendo il dito al centro del display. Sinceramente, giudicando solo dal breve filmato, la velocità di questo metodo di sblocco non è nemmeno paragonabile a quella degli attuali lettori di impronte digitali “tradizionali”, e forse anche questo è uno dei motivi che hanno portato Samsung ad abbandonare l’idea, ma quando vuoi fare a gara a chi arriva primo, non tutti potrebbero farsi i medesimi scrupoli.

Certo è che, proprio Samsung che su Galaxy S8 ha “un po’ toppato” tutti i metodi di sblocco, deve offrire qualcosa di affidabile, sicuro e veloce con Galaxy Note 8, e se il lettore di impronte sotto lo schermo non lo fosse stato, meglio perderlo che trovarlo.

Via: Android Authority, Phone Aren<Fonte: Weibo (cinese)