Gboard supporta la modalità in incognito, ma solo su Android O e solo su Chrome

Nicola Ligas

Gboard, la tastiera Google, e Chrome 59 si uniscono nell’incognito. Attivando infatti l’omonima modalità sul secondo, vedrete comparire il simbolo con cappello ed occhiali anche su Gboard, che non vi fornirà più alcun suggerimento basato su quanto appreso dalla tastiera, né memorizzerà alcunché di ciò che andrete a scrivere mentre in modalità in incognito.

Questa nuova funzione è al momento disponibile solo con la terza developer preview di Android O, segno che è ancora un work in progress, del quale possiamo però aspettarci il debutto al momento del rilascio di Android 8.0, se non prima.

LEGGI ANCHE: Tutte le novità della developer preview 3 di Android O (video)

Al momento non è presente alcuna impostazione particolare, né in Gboard né in Chrome, segno che probabilmente è la modalità in incognito di quest’ultimo ad attivare quella della tastiera. In futuro ci piacerebbe che le due cose fossero indipendenti, e di poter rendere Gboard “anonima” in qualsiasi applicazione, quando vogliamo. Non ci resta che aspettare per vedere se sarà davvero così; del resto Google ci sta lavorando sopra da tempo, e deve ancora rendere questa funzione ufficiale, quindi non c’è ragione di preoccuparsi.

Via: Android Police