Per realizzare video 3D non servono più fotocamere apposite: bastano due smartphone e l’app Camarada! (foto)

Leonardo Banchi

I video in 3D, grazie a visori ormai facilmente accessibili (Cardboard in prima fila) sono diventati un modo decisamente facile e immediato per avvicinarsi al mondo della realtà virtuale.

Purtroppo, anche se per guardarli basta un accessorio dal prezzo più che abbordabile, la loro realizzazione è ancora legata al possesso di apparecchiature piuttosto costose, ma l’app gratuita Camarada potrebbe eliminare anche quest’ultima barriera.

Come realizzare video in 3D

Camarada 3D Camera è un’applicazione nata dal programma Android Experiments, che sfrutta un concetto molto semplice per permettere a chiunque di realizzare video in 3D: invece di acquistare una fotocamera con due obiettivi, grazie a quest’app potrete infatti sincronizzare due o più smartphone e sfruttare le loro fotocamere per catturare le immagini (sia foto che video) da più punti di vista.

LEGGI ANCHE: 5 tra le migliori app per… il video editing

L’utilizzo di quest’app è estremamente semplice: dopo averla aperta su entrambi gli smartphone, Camarada provvederà a trovare i dispositivi vicini proponendo il loro accoppiamento via WiFi Direct. Sullo schermo vedrete allora le indicazioni per sovrapporre i dispositivi (fate attenzione a non invertire quello di destra o sinistra) e il pulsante per avviare la registrazione.

All’interno dell’app trovate poi un player integratoper guardare i vostri contenuti 3D con un visore, sia esso un cardboard, una TV 3D o un semplice paio di occhiali dalle lenti bicolori. Il risultato, ovviamente, non sarà quello ottenuto con un equipaggiamento di tipo professionale, ma data la semplicità e l’accessibilità di questo sistema non possiamo fare a meno di consigliarlo a tutti gli appassionati di immagini 3D.

Download gratuito

Camarada è disponibile gratuitamente sul Play Store: potete iniziare subito a realizzare i vostri video 3D cliccando sul badge per il download che trovate a seguire, mentre guardando il video qui sotto potete capirne meglio il funzionamento e trarre alcuni consigli per sfruttarla nel miglior modo possibile.

POTREBBE INTERESSARTI: Bluetooth aptX: cosa è e perché volerlo