Android O integra uno strumento nativo per gestire effetti audio nelle app

Vezio Ceniccola

Nel corso degli ultimi anni, Google ha cercato di migliorare la qualità e la latenza dell’audio del suo sistema operativo mobile. Un ulteriore passo in avanti potrebbe essere fatto con Android O, che fornirà nuovi strumenti agli sviluppatori per quanto riguarda la parte sonora delle app.

Nella nuova versione del robottino verde sarà presente la nuova categoria VolumeShaper, che permetterà di inserire transizioni ed effetti audio all’interno delle app. Tramite poche linee di codice, sarà possibile regolare la curva del volume, il tipo di interpolazione o la durata dell’effetto, in maniera più semplice e veloce rispetto al passato.

Infatti funzioni del genere sono già adesso possibili, ma solo usando strumenti di terze parti, e un’integrazione nativa non può certo dispiacere a tutti gli sviluppatori Android sparsi per il mondo.

LEGGI ANCHE: Provate il nuovo launcher di Android O DP2

Se fate parte di questa cerchia e volete leggere in dettaglio le novità di VolumeShaper, potete consultare la pagina dedicata sul sito degli sviluppatori di Android a questo indirizzo.

Via: Android Police