Problema memorie Huawei P10/P10 Plus: il CEO parla di taskforce di supporto e “azioni”

Cosimo Alfredo Pina -

Nelle ultime settimane gli Huawei P10 e P10 Plus sono al centro di una spinosa questione, quella relativa alle memorie impiegate archiviazione e RAM. Vi ricordiamo infatti che per evitare rallentamenti alla catena di produzione dei dispositivi sui dispositivi sono state impiegate arbitrariamente chip più lenti o più veloci.

A confermare la cosa, inizialmente emersa con analisi degli appassionati più attenti, è stato direttamente il CEO di Huawei, Richard Yu, con un comunicato ufficiale che evidentemente non ha trovato il favore della clientela. Per questo il dirigente è tornato nuovamente sulla questione per dire che la risposta è stata “non appropriata”, in una lettera ai colleghi.

LEGGI ANCHE: Huawei P10 e P10 Plus, cosa è successo con le memorie

Non solo ripensamenti, ma anche annunci più interessanti per i diretti coinvolti dal “memory gate”. Infatti Yu ha spiegato, sul social cinese Weibo, di star formando una Customer Listening Taskforce, una squadra di dipendenti messi a disposizione dei clienti. Nel nuovo comunicato si parla anche esplicitamente di “riguadagnare la fiducia del cliente attraverso le nostre azioni”.

Non è quindi da escludere che la questione possa ulteriormente evolversi con “azioni”, magari specificamente a favore di coloro che hanno ricevuto un modello con memoria più lenta.

Via: gizmochina.comFonte: Weibo