I prossimi Pixel potrebbero avere uno schermo curvo

Nicola Ligas

Secondo quanto riportato da ETNews, Google avrebbe offerto di investire almeno 880 milioni di dollari in LG Display Co., per assicurarsi una fornitura stabile di schermi OLED flessibili, da impiegare ovviamente nei suoi prossimi smartphone.

Dopo aver puntato quindi alla “sostanza” con i primi Pixel, Google potrebbe essere intenzionato a dare anche all’occhio la sua parte nella seconda generazione dei propri smartphone, che avranno comunque sempre un’attenzione particolare per il comparto fotografico.

LEGGI ANCHE: Confermati i nomi in codice dei prossimi Pixel

L’accordo non è comunque ancora siglato, ma Google potrebbe non avere tante altre opzioni se LG dovesse rifiutare, il che ci porta a pensare che, ad una cifra o ad un’altra, le due aziende potrebbero accordarsi. Samsung infatti, che sarebbe senz’altro una valida alternativa, ha già firmato un accordo analogo con Apple, e difficilmente potrebbe accontentare anche Google.

Via: The Next WebFonte: ETNews (coreano)