Gboard si conferma una delle migliori app per Android, con un aggiornamento ricco di novità per oggi e per il futuro (foto)

Nicola Ligas -

Se Google curasse tutte le sue app allo stesso modo in cui cura Gboard saremmo a cavallo, ma non staremo qui a lamentarcene adesso, dato che parliamo proprio della celebre tastiera che ha appena ricevuto un nuovo ed interessante aggiornamento.

Anzitutto è stato introdotto un nuovo strumento per la selezione del testo, che consente di utilizzare delle pratiche frecce per spostarsi e selezionare il testo che ci interessa. Presenti in bella vista anche i pulsante per taglia/copia/incolla, che da oggi sono quindi ancora più facili da utilizzare.

La tastiera ad una mano guadagna inoltre nuove opzioni: adesso potrete modificarne al volo la dimensione e la posizione, in modo da adattarla precisamente alla grandezza del vostro smartphone, e delle vostre mani.

Inoltre, è ora possibile riordinare gli elementi presenti nella toolbar di Gboard. Per farlo dovrete prima disabilitare il pulsante G per la ricerca (impostazioni di Gboard -> Ricerca -> disabilitate “Mostra il pulsante ricerca e altro”). A questo punto, al suo posto, troverete una piccola freccia: premetela ed aprirete la toolbar, alla cui estrema destra ci sono tre puntini che vi consentiranno di riposizionare gli elementi in essa presenti. In realtà è tutto un po’ più complicato di come dovrebbe, perché non potrete ridisporre gli elementi già presenti, ma solo togliere l’ultimo della fila ed inserirne uno nuovo dove volete. Alla fine, con un po’ di tentativi, riuscirete comunque ad avere i pulsanti che volete, nella posizione che volete, e tornando ad abilitare il pulsante “ricerca ed altro”, questi rimarranno posizionati laddove li avete lasciati.

LEGGI ANCHE: La pagina completa su Huawei P10 (Plus e Lite)

Se usate Gboard all’interno dell’app Google, il pulsante a sinistra della tastiera diventerà automaticamente quello di Google Traduttore, per aiutarvi a tradurre al volo in un’altra lingua il testo digitato. In caso alternativo, trovato comunque il pulsante per Translate nella toolbar. Non è escluso che questo comportamento di Gboard possa verificarsi in altre applicazioni, ma per adesso l’abbiamo verificato solo nell’app Google.

Infine, segnaliamo che in alcuni temi grafici della tastiera gli angoli dei pulsanti sono ora disegnati stondati e con maggiori ombre, e che è stato aggiunto il supporto a tante nuove lingue.

Ma non finisce del tutto qui, perché all’interno dell’apk di Gboard 6.2 beta ci sono tracce dell’arrivo al supporto per la scrittura a mano libera (emoji incluse), una cosa che Google già propone grazie ad un’app dedicata, che probabilmente verrà integrata all’interno di Gboard in futuro, visto anche il suo scarso utilizzo. Pare infine che anche una modalità incognito possa arrivare su Gboard, alla stregua di quanto fatto da SwiftKey, per evitare che una parola cercata accidentalmente o per scopi occasionali, finisca nel vostro dizionario o nei suggerimenti.

Piatto molto ricco insomma, sia oggi che per il prossimo futuro, e aggiornamento già disponibile sul Play Store, per gli utenti della beta (ecco come aderire). Nel caso in cui non voleste far parte del beta test, potete scaricare direttamente l’apk.

Via: Android Police