Le notifiche su Android O avranno l’autodistruzione (video)

Nicola Ligas Ethan Hunt (e l'ispettore Gadget) fanno un cenno di approvazione col capo.

Come in ogni film di spionaggio che si rispetti, anche le notifiche su Android O potranno auto-distruggersi, a patto che lo voglia l’app che le ha generate, o meglio ancora lo sviluppatore.

Gli sviluppatori possono infatti impostare un tempo dopo il quale le notifiche delle loro app semplicemente scompariranno. Ciò si rivela particolarmente utile per quelle notifiche dipendenti da precisi eventi temporali: un promemoria che il giorno dopo la sua scadenza fosse ancora presente non avrebbe senso, così come altri tipi di informazioni circostanziate.

LEGGI ANCHE: La nostra prova di Android O DP1 (video)

Ad essersi accorto di questa novità è stato João Dias, autore di plugin per Tasker, e che di conseguenza ha aggiornato AutoNotification con un timeout che chiunque può provare, anche senza la preview di Android O (non è quindi ben chiaro quale livello di API siano necessarie per il funzionamento di queste notifiche auto-distruttive).

Chiariamo che questo non ha nulla a che vedere con la possibilità di rinviare le notifiche: quest’ultima è una funzione propria di Android O, che permette di far scomparire qualsiasi notifica per farla riapparire dopo un tempo deciso dall’utente. L’implementazione delle notifiche con autodistruzione è invece a carico degli sviluppatori, ed una volta che la notifica sarà scomparsa da sola, non riapparirà. Più o meno è così che dovrebbero funzionare:

Scusate, abbiamo sbagliato video, ecco quello giusto:

Niente, non ci siamo ancora. Speriamo il terzo vada bene!

Via: Android Police