Wispeo, un nuovo servizio multipiattaforma per condividere file fino a 3 GB (foto)

Leonardo Banchi

Le applicazioni per condividere file ormai non mancano certo, ma su qualunque ricada la vostra scelta, è probabile che potrete trovare almeno un punto debole che vi farà storcere il naso: WhatsApp e altre app di messaggistica, ad esempio, sono molto comode per le foto e i video, che vengono però compressi; le email vanno bene per i documenti, ma hanno molti limiti di spazio, mentre per Dropbox e altri servizi cloud dovrete necessariamente registrare un account.

Come fare quindi per inviare file di grandi dimensioni, senza registrarsi e in modo facilmente accessibile da ogni piattaforma? Wispeo prova ad offrire una soluzione!

Condivisione senza problemi

Prima di procedere oltre, vi avvisiamo subito che l’app riesce pienamente nel suo intento: con Wispeo potrete infatti condividere fino a 3 GB di file per volta (non importa se in un singolo file o in più elementi), utilizzando una procedura estremamente semplice: tutto ciò che dovrete fare sarà infatti aprire l’app, sfogliare la memoria alla ricerca dei file da condividere e selezionare dalla rubrica (o scrivendolo manualmente) l’indirizzo email del destinatario, che riceverà un avviso via email e avrà 30 giorni per scaricare ciò che gli avete inviato.

LEGGI ANCHE: Migliori App Android per i Video

L’app è realizzata con una grafica intuitiva e curata, e nonostante la sua semplicità offre tutte le opzioni che potete desiderare: sarà infatti possibile scegliere se effettuare il caricamento dei file solo via WiFi (opzione che può comunque essere ignorata, a scelta, per ogni singola sessione), ed effettuare la registrazione di un account personale per avere sempre a portata di mano lo storico dei file inviati e ricevuti.

Download gratuito

Wispeo è disponibile gratuitamente sul Play Store: potete scaricarla, ed iniziare subito ad inviare file ai vostri contatti, cliccando sul badge per il download che trovate a seguire.

POTREBBE INTERESSARTI: 10 (+1) cose che puoi fare con l’USB OTG