OnePlus 3 e 3T potrebbero essere hackerati tramite caricatori contraffatti (video)

Vezio Ceniccola -

I problemi software di OnePlus 3 e 3T sono di nuovo al centro dell’attenzione. Grazie ad un report realizzato dai ricercatori di Aleph Security, è emerso che i dispositivi del produttore cinese possono essere attaccati tramite degli appositi caricatori contraffatti, sfruttando alcuni bug software già noti e senza che l’utente possa accorgersi della manipolazione.

Come si può vedere nei due video a fine articolo, collegando i caricatori che contengono codice malevolo agli smartphone, si possono ottenere i permessi di root e addirittura si può andare a modificare la partizione system, in modo da avere pieno accesso a tutti i dati dell’utente. Va detto che, per procedere all’attacco, il dispositivo deve essere completamente spento.

LEGGI ANCHE: OnePlus 3T Midnight Black ufficiale

Per adesso sembra che i problemi di sicurezza siano comparsi solo su OnePlus 3 e 3T, mentre non si segnalano minacce per OnePlus 2 o altri prodotti dell’azienda. Inoltre, i bug che permettono l’attacco dovrebbero già essere stati risolti nella versione più recente di Oxygen OS, la 4.0.3.

Se volete leggere tutti i dettagli della ricerca, potete consultare il sito ufficiale di Aleph Security a questo indirizzo.

Via: The Next WebFonte: Aleph Security Blog
OnePlus 3

OnePlus 3

9.1

  • CPU
    quad 2.2 GHz
  • Display
    5,5" FHD / 1080 x 1920 px
  • RAM
    6 GB
  • Frontale
    8 Mpx ƒ/2.0
  • Fotocamera
    16 Mpx ƒ/2.0
  • Batteria
    3000 mAh

Ultime dal forum:

OnePlus 3T

OnePlus 3T

9.1

  • CPU
    quad 2.35 GHz
  • Display
    5,5" FHD / 1080 x 1920 px
  • RAM
    6 GB
  • Frontale
    16 Mpx ƒ/2.0
  • Fotocamera
    16 Mpx ƒ/2.0
  • Batteria
    3400 mAh