Pensavate di sapere tutto su Galaxy S8? E invece…

Nicola Ligas - ...invece sapevate già "quasi" tutto!

Mancano tre giorni alla presentazione ufficiale di Galaxy S8, che si terrà mercoledì 29 marzo alle ore 17, ma ormai, per quanto possa sembrare una frase retorica, non c’è davvero nulla quasi più nulla da svelare. A dare il colpo di grazia ci ha infatti pensate Winfuture.de, che ha riportato specifiche complete, anche con qualche dettaglio inedito, ed immagini complete dello smartphone in ogni colorazione, affiancato ovviamente da Galaxy S8+.

Partiamo quindi con un recap proprio delle caratteristiche tecniche, che vedono ancora una folta il focus sul display “pieno di dettagli e ricco di colori”: 5,8 e 6,2 pollici per S8 ed S8+, in entrambi i casi WQHD+ (2.960 x 1.440 pixel, 18,5:9 rapporto di forma). Il processore in Europa sarà l’Exynos 8895, che abbiamo già visto sapere tenere il passo con Snapdragon 835, coadiuvato da 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna espandibile, UFS 2.0.

Ma veniamo al comparto fotografico, spesso oggetto di confusione. Il sensore posteriore sarà un 12 megapixel f/1.7 con pixel da 1,4 μm, con OIS (non confermato dal report odierno, ma senz’altro presente), che finalmente combinerà l’autofocus a rilevamento di fase con quello laser. Niente 1000 fps però, che ci sono sempre sembrati irrealistici. La fotocamera frontale è invece una 8 megapixel, sempre f/1.7, con autofocus, ed al suo fianco ci sarà uno scanner dell’iride “ultrasensibile”, usato sia per sbloccare il dispositivo, che, per esempio, accedere alle cartelle protette. Ci sarà comunque anche il lettore di impronte digitali, sul retro, a fianco della fotocamera posteriore, in una posizione che ha fatto e farà discutere. Quest’ultimo sarà anche in grado di aprire o chiudere le app (lo abbiamo intravisto ieri tra le opzioni dello smartphone in alcune foto trapelate) grazie ad alcune gesture, quindi per di più è stato anche “potenziato”.

Entrambi gli smartphone hanno ovviamente Android Nougat, anche se mancano i dettagli precisi sulle personalizzazioni apportate da Samsung, che sembra aver ridotto ai minimi termini la sua TouchWiz/Grace UX/Samsung Experience, o come la volete chiamare, ma che sicuramente nasconderà valanghe di opzioni nelle impostazioni.

Galaxy S8 ed S8+ sono inoltre certificati IP68, ovvero possono sopportare immersioni di 30 minuti fino ad un metro e mezzo di profondità, e sono dotati di speaker stereo, LTE fino a 450 Mbit/s, Bluetooth 4.2 (non 5.0 come alcuni ipotizzavano) e NFC, USB Type-C e jack audio, giusto per mettere tutti i puntini sulle i. Peccato per le batterie: 3.000 mAh su Galaxy S8, e probabilmente 3.500 mAh su Galaxy S8+, anche se i vari componenti (display e CPU su tutti), promettono di essere più parsimoniosi di quelli passati. Ultima nota tecnica per spessore, circa 8 mm su entrambi, e peso, circa 151 grammi per S8; un po’ di più, ma non sappiamo quanto, per S8+.

Come già saprete, i prezzi sono i più salati di sempre: 829€ per Galaxy S8 e 929€ per Galaxy S8+, ma Samsung aggiungerà una speciale formula chiamata Guard S8, con assistenza remota, sostituzione gratuita del display (solo una volta) e riparazioni ultra veloci, ma sarà disponibile solo in alcuni mercati, pertanto dovremo attendere il comunicato ufficiale per l’Italia per esserne sicuri.

Infine, vi ricordiamo che Samsung Galaxy S8 ed S8+ saranno disponibili nei colori black, orchid gray (violet), silver, gold e blue, ma solo i primi tre potrebbero essere disponibili al lancio in Italia. Tra gli accessori, spicca senz’altro la DeX Station, che permette di collegare lo smartphone ad un monitor e di usarlo in modalità desktop. Proprio il preciso funzionamento di questa modalità è uno dei pochi misteri che Samsung svelerà mercoledì prossimo, ammesso e non concesso che una fuga di notizie dell’ultima ora non sottragga all’azienda anche quest’ultimo privilegio. E ora, spazio alle immagini.

Immagine di apertura: Zeb89

Fonte: Winfuture.de (tedesco)