Il pre-ordine di Galaxy S8 potrebbe partire il giorno stesso del lancio, al caro prezzo che già conoscerete (video)

Nicola Ligas -

I nostri omonimi colleghi olandesi di AndroidWorld.nl hanno ottenuto delle informazioni in esclusiva circa il lancio di Galaxy S8, che sarà presentato il prossimo 29 marzo. Secondo quanto da loro riportato, il top di gamma Samsung sarà in pre-ordine il giorno stesso della presentazione, al prezzo di 799€. Galaxy S8+ invece partirà da 899€, entrambi con 64 GB di memoria interna, che quest’anno sarà il taglio minimo.

Vi ricordiamo nuovamente che, come già successo negli anni passati, il prezzo in Italia potrebbe essere più elevato. In particolare, se tutto andrà come nel 2016, ci aspettiamo 829€ per Galaxy S8 e ben 929€ per Galaxy S8+. A questo aggiungiamo che le spedizioni dei due smartphone dovrebbero partire solo diverso tempo dopo: si parla infatti della data del 21 aprile in Corea, e del 28 aprile nel resto del mondo.

Il motivo di pre-ordini così anticipati è ovvio: far sentire subito al mercato la presenza incombente di Galaxy S8, in modo da limitare il vantaggio accumulato dagli avversari che hanno presentato i propri top di gamma al MWC 2017. LG G6, in particolare, arriverà in Italia intorno al 20 aprile, e Huawei P10 Plus intorno al 15, con una differenza minima rispetto agli smartphone di Samsung.

AndroidWorld.nl specifica inoltre che non ci saranno bundle associati ai pre-ordini, quindi niente nuovo Gear VR in omaggio o altri accessori, come invece è successo in passato. Non si parla nemmeno di un periodo di rimborso di tre mesi, ipotesi che quest’oggi sta circolando su internet. Sia chiaro che le informazioni riportate possono essere incomplete, ma dovremo aspettare la presentazione di mercoledì prossimo per scoprirlo, quando saranno comunicate le eventuali promozioni valide nel nostro paese.

Nel frattempo, sul canale YouTube di Samsung Italia, è comparso il video teaser del lancio, che senz’altro avrete già visto nella versione inglese, ma che vi riproponiamo volentieri qui sotto.

Fonte: AndroidWorld (olandese)