Un comodo strumento per catturare schermate e modificarle al volo: Screenshot Crop & Share (foto)

Leonardo Banchi -

Gli screenshot sono ormai uno dei modo più diffusi, nel mondo Android, per condividere rapidamente un’informazione visualizzata sullo schermo: che si tratti di un’immagine, di un estratto da Wikipedia o di un fotogramma di un video, catturarlo in un attimo ed inviarlo è indubbiamente comodo in moltissime occasioni.

Il difetto di questa scorciatoia, però, è che a meno che non vogliate mettervi a modificare l’immagine in un secondo momento, la vostra immagine conterrà proprio tutto quello che si vede sullo schermo, compresi tasti virtuali, status bar e, potenzialmente, anche alcune informazioni personali. A meno, ovviamente, che non utilizziate un’app come Screenshot Crop & Share.

Come utilizzare Screenshot Crop & Share

Screenshot Crop & Share è un’applicazione gratuita, proveniente dalla sempre attiva fucina di XDA, che permette di effettuare screenshot sfruttando molte più opzioni di quelle offerte dalla funzionalità di base del sistema, in modo simile a quanto fatto da alcuni produttori come Samsung e Xiaomi.

LEGGI ANCHE: 5 tra le migliori app per… sostituire WhatsApp

Screenshot Crop & Share mette a vostra disposizione un pulsante flottante, con il quale potrete richiamare un overlay ricco di opzioni: grazie ad esso potrete catturare schermate evitando automaticamente status bar e pulsanti virtuali, ritagliare a vostro piacimento una sezione di forma rettangolare (o persino rotonda) e disegnare sulla schermata segni e annotazioni.

Effettuando alcuni acquisti in-app, poi, Screenshot Crop & Share diventa ancora più versatile: avrete infatti la possibilità di mascherare eventuali informazioni personali con una sfocatura, e anche di utilizzare un sistema di riconoscimento automatico del testo.

Download gratuito

Screenshot Crop & Share è disponibile gratuitamente sul Play Store: potete scaricarla sul vostro smartphone cliccando sul badge per il download che trovate qui sotto.

POTREBBE INTERESSARTI: Come espandere la memoria dei vostri Android