Android O potrebbe portare nuove notifiche, icone dinamiche e modalità picture-in-picture

Vezio Ceniccola -

Mentre molti dispositivi stanno ancora attendendo l’aggiornamento ad Android 7.0 Nougat, le attenzioni degli appassionati Android più curiosi si sono già spostate sulla prossima versione 8.0 del sistema di Google, che per ora non ha ancora un nome certo, ma viene definita semplicemente Android O.

Grazie ai nuovi e scottanti rumor riportati da 9to5Google, possiamo avere oggi una prima suggestione di quelle che saranno alcune delle novità di Android O. Ecco una rapida carrellata di quello che ci aspetta.

  • Nuove notifiche: Ancora una volta, Google potrebbe cambiare il formato delle notifiche per le app, anche se non è ancora chiaro quale sarà il nuovo aspetto. Sembra che il nuovo sistema abbia a che fare con alcune delle funzionalità già citate nei rumor su Andromeda – notifiche sincronizzate e ordinamento intelligente – ma per adesso il mistero è ancora troppo fitto.
  • Icone dinamiche: Le icone delle app sulla homescreen potranno presentare informazioni dinamiche e badge in stile iOS, come già visto su alcuni launcher di terze parti.
  • Picture-in-picture: La funzione con “finestre flottanti” già vista su Android TV potrebbe approdare presto anche su smartphone e tablet, facendo la felicità degli utenti con terminali dallo schermo molto ampio.
  • Selezione intelligente del testo: Di questa nuova modalità si sa molto poco, ma sembra sia qualcosa legato ad Assistant, capace di copiare automaticamente le informazioni presenti in una schermata, quando c’è il bisogno di farlo. Ne avevamo già parlato in passato comunque: la funzione dovrebbe chiamarsi “copy less” e comparirà sotto forma di suggerimenti  della tastiera, proponendovi ad esempio di incollare in chat il locale che avete trovato cercando su Maps.
  • Riduzione attività app in background: Anche in questo caso le informazioni sono molto vaghe, ma si dovrebbe trattare di un miglioramento del multitasking in grado di ridurre il carico delle app in background.
  • Icone adattabili: Potrebbe trattarsi della capacità di adattare la dimensione delle icone per armonizzare la visualizzazione del drawer, ma non è ancora molto chiaro.
  • MediaRecorder API: Ci saranno molti miglioramenti per le prestazioni di registrazione audio e video.
  • App aziendali: Saranno introdotte molte funzioni per gli utenti business, ma non si sa ancora cosa possano riguardare.

LEGGI ANCHE: Android O versione più “smart” di sempre

Insomma, la carne al fuoco è davvero tanta, ma per adesso bisogna rimanere coi piedi per terra, perché si tratta pur sempre di rumor non confermati e non è detto che queste novità possano davvero arrivare su Android O.

Se tutto va secondo le aspettative, la nuova versione potrebbe fare capolino già prima del Google I/O, così come successo lo scorso anno. Quello che rimane da capire è quale sarà il nome di Android 8.0: noi abbiamo già scommesso su Android Oreo, ma non sappiamo se questo nome sarà davvero possibile.

Fonte: 9to5Google