Come risolvere l’errore legato al processo com.google.android. googlequicksearchbox:interactor

Lorenzo Delli -

La nostra pagina Facebook, oltre ad essere un luogo (virtuale) di incontro dove segnaliamo le news più interessanti e dove i lettori possono confrontarsi tra di loro su svariati temi, offre spesso spunti altrettanto interessanti sui problemi e sugli errori più comuni causati dai dispositivi Android.

In molti nelle ultime settimane ci stanno segnalando l’errore “Fotocamera è in uso. Al momento com.google.android.googlequicksearchbox:interactor non è in grado di registrare“. Dovrebbe presentarsi più o meno così.

com-google-android-googlequicksearchbox-interactor

L’errore si presenta in varie occasioni: ad esempio cercando di inviare messaggi vocali tramite varie app di messaggistica istantanea, o anche sfruttando gli Stati di WhatsApp, le Live su Facebook o le Storie sempre di Facebook. Premere su Ok ovviamente non risolve il problema, visto che la finestra si ripresenta dopo pochi secondi. Tra l’altro la maggior parte di queste segnalazioni arrivano da possessori di dispositivi a marchio Huawei e Honor.

Come è facile intuire il problema è in qualche modo legato a Google Now, e quindi all’applicazione Google. Come fare quindi per risolvere il tutto? Una delle possibili soluzioni al problema, la meno invasiva, richiede il seguire alcuni semplici passaggi per disabilitare una opzione presente proprio nell’app Google.

  • Aprire l’applicazione Google dal proprio app drawer
  • Premere sul pulsante delle impostazioni in alto a sinistra (le tre lineette orizzontali)
  • Premere su Impostazioni e successivamente su Voce
  • Da qui cercare Rilevamento “Ok Google” e premerci
  • Disattivare la voce “Dì “Ok Google” in qualsiasi momento“.

rilevamento-ok-google

Non tutti però riescono a risolvere il problema causato dal processo com.google.android.googlequicksearchbox:interactor con questi passaggi. Molti utenti ci hanno segnalato che un Ripristino ai dati di fabbrica (Guida: Come resettare Android) risolve il problema, ma ci sono anche metodi leggermente meno drastici. Ad esempio potrebbe bastare un wipe della partizione di cache. Attenzione però, eseguendo l’operazione “Wipe Cache Partition” lo smartphone successivamente funzionerà correttamente e probabilmente avrete risolto anche il problema, ma potreste perdere alcune impostazioni.

Per accedere a tale operazione, dovete avviare il vostro dispositivo in recovery mode. Di solito è sufficiente spegnere il dispositivo, e successivamente tenere premuto per diversi secondi il pulsante di accensione più volume su (o volume giù, a seconda dei casi). Una volta avviata la recovery, potrete navigare utilizzando il bilanciere del volume, e la voce Wipe Cache Partition dovrebbe essere lì ad accogliervi.

L’altra soluzione consiste semplicemente nel disinstallare gli aggiornamenti dell’app Google da Impostazioni -> App -> Google, per poi recarsi nel Play Store e disabilitare l’aggiornamento automatico delle App (Play Store -> Impostazioni -> Aggiornamento automatico delle app). Fateci sapere nei commenti se avete incontrato lo stesso problema e come avete risolto.

Un nostro lettore infine ci suggerisce una ulteriore soluzione: rimuovere l’autorizzazione all’utilizzo del microfono all’app Google. Va da sé che una tale soluzione non permetterà poi di sfruttare eventuali comandi vocali legati a Google. Basta recarsi in Impostazioni -> App -> App Google -> Autorizzazioni e rimuovere la spunta da Microfono.