Arrivano le beta ufficiali di Google Play Services e Gboard, che parte col botto integrando Translate (aggiornato)

Nicola Ligas -

Google apre, un po’ a sorpresa, il beta test di Play Services e Gboard sul Play Store. Se voleste iscrivervi, non vi resta che visitare questo link per Play Services e questo link per Gboard.

Mentre le novità di Play Services riguarderanno soprattutto il supporto a nuove funzionalità e servizi a livello di sistema Android, e potrebbero anche non essere esattamente ciò che tutti vorrebbero sperimentare, con Gboard le cose si fanno più concrete, ed infatti già la prima beta aggiunge non poche novità alla già ottima tastiera di Google.

Gboard 6.1 beta aggiunge infatti il supporto in linea a Google Traduttore, il che significa che potrete tradurre al volo il testo che state digitando nella vostra lingua, in un’altra. Si tratta in effetti di una funzione così comoda ed a suo modo naturale per una tastiera, che viene da chiedersi perché non sia stata integrata prima, anche in altri noti concorrenti. Unico appunto: non funziona offline, anche se aveste già scaricato le lingue corrispondenti in Translate. La funzione è un minimo nascosta: dovrete infatti cliccare sulla G per cercare con Gboard, e tra le altre icone presenti vedrete anche quella del traduttore. Da lì in poi, è una passeggiata.

Altra novità: il selettore di temi per la tastiera è stato potenziato e riorganizzato graficamente, e capace di impostare ora anche delle immagini “stock” come sfondo della tastiera stessa (in galleria trovate alcuni esempi), anche se sinceramente è una cosa che non ci piace troppo perché un po’ distrae, ma del resto de gustibus. A seguire trovate alcuni screenshot a dimostrazione delle novità di cui abbiamo parlato.

Aggiornamento08/03/2017 ore 10:30

Ci sono altre piccole novità in questo aggiornamento. Anzitutto l’inserimento vocale è ora “in linea”, nel senso che quando premerete sul microfono per dettare del testo, la tastiera rimarrà aperta e vederete solo i caratteri comparire, e li potrete anche correggere al volo. Inoltre, premendo sulla G di Google, avrete in alto il doodle del giorno e cliccandoci sopra partirà la ricerca associata all’argomento. Infine, piccole novità grafiche anche per l’inserimento di GIF tramite la tastiera stessa, che cambia un po’ aspetto. Trovate tutto documentato negli screenshot qui sotto.

Aggiornamento09/03/2017 ore 17:30

Google ha reso ufficiale tutte le novità fin qui viste, in particolare il traduttore integrato. Google parla anche di suggerimento di emoji e GIF durante la digitazione, ma al momento questa funzione non ci sembra sia disponibile in italiano, ma forse stiamo solo scrivendo le parole sbagliate. In ogni caso date un’occhiata all’animazione qui sotto per capire di cosa stiamo parlando.

predizione-emoji-gboard